Bobbio: cosa vedere e quando andare in uno dei borghi più belli d’Italia

Bobbio: andiamo a scoprirlo insieme tramite le immagini

Bobbio è considerato il Borgo Piacentino più rilevante della Val Trebbia, si trova ai piedi del Monte Penice e beneficia delle correnti marine dovute alla sua vicinanza con la Liguria.

All’interno di Bobbio potrete ammirare gli spettacolari carruggi e palazzi storici, rivivendo la storia dell’epoca medioevale di cui è stato protagonista, soprattutto come centro d’arte e cultura.

bobbio di notte dal ponte gobbo

Un consiglio  è quello di ammirarlo anche dall’esterno. Infatti, passeggiando sul ponte Gobbo (detto anche del “Diavolo”) potrete vedere uno spettacolare paesaggio. Se andate la sera, avrete la luce del tramonto esattamente dietro il paese, evento che vi regalerà colori sensazionali.

Non a caso nel 2006 è stato nominato uno dei Borghi più belli d’Italia, titolo che conserva tutt’ora.


Perché visitare Bobbio?

Bobbio è un Borgo molto particolare, si è sviluppato tutto intorno al suo monastero, l’abbazia di San Colombano. Quest’ultima è infatti una delle strutture più visibili osservando il Paese da fuori perchè spicca dal centro e si sviluppa in altezza, dominando tutto il paesino.

abbazia di san colombano fotografata dal ponte gobbo

Non c’è una stagione da preferire per visitare Bobbio: il Borgo è sempre affascinante sia in estate, che in autunno e inverno. In estate si trasforma in una meta “balneare”, se possiamo così definirla. Potete infatti fare il bagno nel fiume sottostante dall’acqua più che pulita. In autunno invece, specialmente nella seconda metà di Ottobre, potrete ammirare un paesaggio che si colora di sfumature rosse e arancioni, dovute alla trasformazione della vegetazione circostante in preparazione del freddo.

È proprio con l’arrivo del freddo che il paesaggio si trasforma ancora.

Visitare Bobbio d’inverno vi regalerà infatti una grande sorpresa, che non tutti conoscono. Infatti  se ami sciare devi sapere che il vicino complesso sciistico del Monte Penice di ben 15 km offre da dicembre a Marzo piste con neve artificiale. Inoltre anche per gli amanti dello sci di fondo Ceci Le Vallette ha un tracciato ad anelli di ben 10 km.


Cosa vedere a Bobbio?

Bobbio, seppur sia un piccolo Borgo Piacentino disperso nei Colli di Piacenza, ha molto da offrire.

Mappa-bobbio-dall'alto

Potrete trovare infatti l’Abbazia di San Colombano, il Ponte Gobbo da dove poter ammirare l’intero paese, il Castello Malaspina, musei, palazzi ma anche bellissimi stabilimenti termali che spuntano da ogni angolo della piccola città.

 

Vediamo nel dettaglio cosa vedere a Bobbio:

 

Ponte Gobbo (o del Diavolo)

Come citato ad inizio articolo, questo Ponte è uno dei punti più visitati perché permette di vedere Bobbio per la sua interessa dall’esterno. Se lo attraversate verso l’orario del tramonto, potrete infatti ammirare dei colori spettacolari. Il ponte ha questo nome particolare, “Gobbo”perché non è in piano ed è irregolare lungo il percorso, mentre è detto anche “del Diavolo” perché secondo la storia venne creato per spaventare i Monaci dell’Abbazia di San Colombano in modo che non attraversassero il fiume. Il Ponte Gobbo è costituito da 11 arcate,che come detto prima essendo irregolari lo rendono per l’appunto unico nel suo genere.

Abbazia di San Colombano

L’abbazia di San Colombano sorge al centro del Paese e fu proprio questo a dare origine all’intero Borgo di Bobbio: anno dopo anno attorno alla chiesa si è infatti sviluppata la piccola città che è arrivata fino ai giorni nostri nello stato in cui la conosciamo.

Il paese fu costruito nei primi anni del ‘600 e si porta dietro reperti del periodo preromano e romano. Successivamente la sua storia si concentrò su quella di San Colombano, la cui tomba si trova proprio nella cripta della chiesa stessa. Questa sua particolare storia fu uno dei motivi che rese l’abbazia uno dei centri monastici più grandi d’Europa durante il Medioevo, trasformatasi poi oggi nel Museo della Città di Bobbio.

All’interno potrete trovare la Basilica, i Giardini, le celle, lo Scriptorium ed il Chiostro.

Castello Malaspina

Costruito attorno al ‘300, il Castello di Malaspina fu al centro della guerra tra Guelfi e Ghibellini di Piacenza. Non distante dalla Cattedrale, è possibile salire sulla Torre ammirando lo spettacolare paesaggio della Val Trebbia. La leggenda o la storia, ancora non ci è dato saperlo, narra che nei sotterranei del castello fosse presente il cosiddetto “Pozzo dei Coltelli”, un pozzo con lame sporgenti dai lati, utilizzato dalle persone per suicidarsi: si racconta appunto che ci si dovesse lanciare a forte velocità verso le pareti per ridurre le probabilità di cadere ancora vivi, rimanendo intrappolati e sofferenti per giorni sul fondo di un pozzo senza via d’uscita.

castello-malaspina-di-bobbio

Duomo Santa Maria Assunta

Appassionati di Arte e Storia? Dovete assolutamente visitare il Duomo, risalente all’XI secolo.

All’interno delle 3 navate principali troverete una decorazione moderna mentre all’interno del presbiterio e nella cupola del transetto è presente un affresco del ‘700. Se invece accedete alla Cupola di San Giovanni a destra, potrete ammirare l’Annunciazione, affresco del ‘400.

Palazzo Trecentesco

Se vi piace il periodo del Medioevo, non potete perdervi un esempio di vetrina Medioevale, situata tra gli splendidi archi gotici del Palazzo Trecentesco, il più suggestivo di Bobbio.

Convento di San Francesco

Il Convento di San Francesco conserva ancora la sua struttura originale, nonostante la facciata della Chiesa sia stata più volte modificata nel corso degli anni. All’interno troverete la Chiesa ed il Monastero, risalenti al 1230: non perdetevi però il Chiostro, risalente invece al XV secolo.

Museo della Città

Questo Museo racchiude quello raccontato poco fa sull’Abbazia di San Colombano, essendo situato al suo interno. Diviso in due sale principali, ci racconta molti pezzi di Storia. Nella prima sala troveremo la vita di San Colombano nel dettaglio, mentre nella seconda andremo a comprendere lo stile architettonico del paese. Non solo, potrete anche capire l’importanza dello scriptorium, che fece del Borgo di Bobbio uno dei principali centri culturali del Nord Italia.

Stabilimenti Termali

Bobbio sin dai tempi era conosciuta per le sue fonti di acqua termale, situate tutte intorno al Borgo.

Cascata-termale-del-Carlone-a-Bobbio

Ecco la lista dei tre Stabilimenti Termali di Bobbio che dovete assolutamente visitare:

Sorgente di Sant’Ambrogio a Piancasale

Veniva utilizzata dai Monaci dell’Abbazia di San Colombano per produrre il sale

Terme di San Martino

Queste terme sono particolari perché hanno un’acqua ricca di Litio, Bromo e Acido Solfidrico

Terme di Rio Foino

Forse le più accessibili, in quanto completamente gratuite e accessibili a chiunque. Si trovano appena fuori dal centro di Bobbio.


Cosa mangiare a Bobbio?

Anche Bobbio ha le sue specialità che dovete assolutamente provare!

Ecco i principali prodotti tipici di questo magnifico Borgo Piacentino.

Maccheroni alla Bobbiese

Questi maccheroni sono particolari perché creati con l’ago che si utilizza per cucire le calze. Si prende infatti la pasta, la si stende come se fossero tagliatelle e successivamente le si avvolgono attorno al ferro,creando così un buco al centro. I maccheroni alla Bobbiese vengono poi conditi con sugo.

Malfatti

I Malfatti sono una tipologia di gnocchi particolari. Si tratta infatti di gnocchi farciti con ricotta e bietole, che vengono poi cotti in forno.

Agnello alla Bobbiese

L’agnello alla Bobbiese consiste in delle costine immerse e cotte nel brodo con aglio, prezzemolo e sale. Questo piatto Solitamente non viene mai servito solo, ma viene accompagnato con verdure tipiche come Cavoli e Zucchine ripiene.

 

Vi segnaliamo inoltre la bontà dei Salumi Piacentini DOC, tipici in tutta la zona, così come le Ciambelline Salate, che potete trovare nei panifici del Borgo.


Gli eventi di Bobbio

Mostra del Mercato del Fungo e del Tartufo

Si tiene il primo weekend di Ottobre con l’esposizione di moltissimi tartufi. Si organizzano anche mini eventi, come gare con i cani da tartufo.

Carnevale Bobbiese

Ogni anno nell’ultima Domenica di Carnevale il centro di Bobbio viene percorso da sfilate di carri decorati provenienti sia da Bobbio stessa che dai paesi limitrofi. Questo evento viene poi ripetuto anche per il rito Ambrosiano, dove i bambini si divertono colpendo pentolacce ripieni di dolci.

Falò di San Giuseppe

Il Falò di San Giuseppe si ripete ogni anno il 19 Marzo, come rito per celebrare la fine dell’inverno e l’inizio della primavera. L’evento viene organizzato sulla riva del torrente Bobbio.

Festa del Pinolo

Tra la fine di Luglio e l’inizio di Agosto è possibile avvicendarsi tra banchetti gastronomici e musica dal vivo nelle vie del centro di Bobbio.

Festa patronale di San Colombano

Si festeggia il 23 Novembre essendo il patrono della città di Bobbio.

La sera prima del patrono avviene la processione serale chiamata “Transito di San Colombano” della reliquia del busto di San Colombano.

Nella giornata del 23 Novembre, la tradizione vuole che si benedica il pane di San Colombano e che venga distribuito tra i fedeli.

Fiera-Mercato

Se sei un amante dei mercatini e degli oggetti antichi o prodotti tipici, non puoi perderti la fiera-mercato che avviene ogni sabato dalle 8.00 alle 13.00 in Piazza di Porta Fringuella.

Troverai Cibo locale, oggettistica, macchine agricole e molto altro.

Irlanda in musica

Come da nome dell’evento, troverai numerose bancarelle e musica dal vivo tipica Irlandese e Celtica. Ovviamente il cibo non mancherà, per cui considerala una cena “alternativa”!

Palio delle Contrade

Il Palio delle Contrade è di origini antiche Medioevali, ma è tuttora praticato nell’ultima Domenica di Giugno di ogni anno. Cinque fazioni dovranno lottare per conquistare il drappo e aggiudicarsi così la vittoria. Queste cinque fazioni non sono casuali, ce n’è una per ogni porta d’accesso a Bobbio, risalenti al XII secolo da cui prendono il rispettivo nome: Nove, Agazza, Fringuella, Legleria e Alcarina.

Sagra della Lumaca

La sagra della Lumaca è una sagra molto particolare che si tiene il giorno dell’immacolata nel periodo natalizio di ogni anno: vengono infatti preparare e consumate le cosiddette “lumache alla Bobbiese”.

Il Borgo di Bobbio fa parte delle città delle lumache, che sono ben sei nell’Italia del Nord.


Come arrivare a Bobbio

Bobbio è facilmente raggiungibile sia in macchina che tramite i mezzi pubblici grazie alla rete trasporti della zona. Si trova a 90 km da Genova e 40 km da Piacenza.

 

Ecco i vari modi per arrivarci:

Auto

Se arrivate in auto, bisogna uscire a Piacenza-Sud e seguire appena dopo il casello le indicazioni per Bobbio.

Aereo

Se preferite l’aereo, dovrete atterrare a Malpensa o Linate, prendere comunque il treno in stazione Centrale di Milano direzione Piacenza. Una volta arrivati, dovrete prendere il bus direzione Bobbio per arrivare direttamente nel Borgo Piacentino. Qui gli orari del servizio: setaweb.it

Treno

Dovrete scendere alla stazione di Piacenza e prendere il bus direzione Bobbio, qui gli orari: setaweb.it

Bus

Pianificate sempre il viaggio prima di arrivare alla stazione del Bus, per verificare orari e fattibilità. Telefonate alla SETA (ente dei trasporti locali) allo 840 000 216 oppure consultate il sito della compagnia di trasporti qui setaweb.it