fbpx
Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Gropparello: cosa vedere in questo borgo della Val Vezzeno

Gropparello: un angolo di storia nella Val Vezzeno

vista aerea di gropparello e del suo castello completa

Gropparello è un piccolo paese a pochi chilometri a sud di Piacenza. Circondato dal verde, sorge sulle morbide colline della Val Vezzeno. Per raggiungerlo dovrete addentrarvi in uno spettacolare paesaggio. La strada che conduce al paese è un susseguirsi di vigneti e boschi, racchiusi fra due torrenti d’acqua, il Riglio e il Chero

Grazie alla posizione, Gropparello gode di un clima mite durante tutto l’anno. La stagione autunnale è tra le privilegiate, soprattutto durante il periodo della vendemmia. Ma anche negli altri periodi saprà stupirvi, grazie alla ricchezza di attività che offre.

Perché visitare Gropparello?

Gropparello attrae ogni anno centinaia di turisti, soprattutto per via del suo Castello. La sua notorietà si lega infatti alla storia di questa fortezza medievale. 

vista in autunno del castello di gropparello

Proprio grazie al Castello, il Gropparello è una meta ideale per famiglie. Questo per via dell’organizzazione di numerosi percorsi didattici adatti ai bambini di ogni fascia d’età.

Questo piccolo comune si conferma però un luogo ideale anche per gli sportivi. Sono numerosi i percorsi di trekking e per mountain bike che partono da Gropparello. Per gli amanti degli animali, c’è anche la possibilità di organizzare gite a cavallo. I vari itinerari consentono di godere delle bellezze naturali dei Colli Piacentini. Il tutto, naturalmente, intervallato da alcune tappe per assaporare le specialità enogastronomiche locali.

Cosa vedere a Gropparello? 

Gropparello, come già citato, è noto per il suo Castello. Attualmente rappresenta l’attrazione principale. Tuttavia, c’è molto altro da vedere in questo piccolo paese.

Ecco che cosa:

Il Castello di Gropparello

vista sul castello di gropparello dai vigneti in autunno

Una visita al borgo, non può che includere una tappa qui. Questo luogo fa parte dell’associazione dei Castelli del Ducato di Parma, Piacenza e Pontremoli, che si impegna nella sua valorizzazione. La sua costruzione risale al VIII secolo, ma solo nel IX secolo venne dato in dono da Carlo Magno in persona al vescovo di Piacenza.

Nel tempo è riuscito a resistere alla dura guerra fra guelfi e ghibellini. Oggi rimane circondato da un verdissimo Parco ed è ancora abitato. Rimane comunque visitabile tutto l’anno tramite percorsi guidati. 

Il Parco delle Fiabe

Il Parco delle Fiabe è il primo parco emotivo d’Italia. Viene chiamato così per via dell’atmosfera magica che si respira: i visitatori possono rivivere in una vera e propria fiaba. Durante le visite, infatti, vengono organizzate rievocazioni storiche con cavalieri e creature fantastiche.
Inoltre, grazie alla superficie di ben 20 ettari, il Parco è meta ideale per pic-nic e passeggiate all’aperto. 

Località Bersani

Si tratta di una piccolissima frazione di Gropparello. La caratteristica principale di questo minuscolo borgo sono i suoi dipinti. I muri e le porte delle case sono infatti decorate con numerosi disegni. Ognuno di questi rappresenta una fiaba: da Cenerentola a Cappuccetto Rosso, rimarrete incantati dai colori di questo posto.

Il Sentiero del Rio Rosselllo 

Per gli amanti delle camminate, Gropparello rappresenta un punto di snodo per diversi percorsi. Il Sentiero del Rio Rosello fra questi: con un tempo di percorrenza di circa un’ora e mezza tra andata e ritorno, è un itinerario adatto a tutti.
La sua particolarità sta nel tratto che costeggia il corso d’acqua: è infatti un punto ricco di fossili di piccole dimensioni. Riapparendo in superficie, rappresentano una testimonianza dell’origine antica di tutta la valle. 

Cascate del Riglio

Il loro nome deriva dall’omonimo che costeggia Gropparello. Le cascate sono raggiungibili con una piacevole camminata nella natura. Nonostante le piccole dimensioni, la loro limpidezza vi lascerà impressionati.

Cosa mangiare a Gropparello?

Se siete in visita a Gropparello, una tappa in un ristorante locale è praticamente d’obbligo!
Una particolarità di questa zona sta nell’usanza di servire la merenda. Molti locali hanno questa consuetudine. L’abbondanza della merenda fa sì che questa vada a sostituire la cena.

Ma vediamo che cosa è possibile degustare:

Pisarei e fasö

pisarei e faso

Un piatto irrinunciabile nei Colli Piacentini, che troverete sicuramente in ogni ristorante tipico.
Sono preparati unendo i “Pisarei”, dei piccoli gnocchi di farina e pangrattato, con i “fasò”, fagioli cotti nel sugo. A renderlo ancora più gustoso c’è sicuramente il lardo, che aggiunge sapore al piatto.

Tortelli alla piacentina

I tortelli sono un altro primo piatto simbolo della tradizione. Vengono chiamati anche “tortelli con la coda” (“turteil cun cuà” in dialetto) per via della particolare forma. La pasta all’uovo racchiude un ripieno di spinaci e ricotta. Serviti solitamente con burro e salvia, sono in grado di conquistare il palato di chiunque li assaggi.

Bortellina

Detta anche “Burtleina”, è una pietanza piacentina che potrete trovare qui a Gropparello. Dall’aspetto ricorda una frittata, ma viene preparata con farina, uova e fritta nello strutto.
Si caratterizza per la sua croccantezza e viene servita calda accompagnata da salumi e formaggi locali.

Chisolini

Rappresentano la versione piacentina dello gnocco fritto. La loro pasta, una volta fritta, rimane morbida e gonfia, ideale per essere farcita con i Salumi Dop della zona.

Ognuno di questi piatti non può che essere abbinato a una bottiglia di buon vino!
Gropparello è famosa per i suoi vigneti, che ogni anno offrono ottime uve. La particolare esposizione al sole e il clima mite, conferiscono ai vini sfumature di sapore ricercate.

Gli eventi di Gropparello

Corsa dei Carretti

Questa manifestazione goliardica inaugura il periodo primaverile. Diverse squadre si sfidano in corse a bordo di carretti lanciati lungo un pendio della strada. Una gara divertente, che attira ogni anno moltissimi curiosi.

Festa dell’Allegria 

Questa festa viene organizzata ogni giugno: per diversi giorni Gropparello diventa sede di spettacoli all’aperto con musica e sport. Naturalmente non mancano le degustazioni delle specialità enogastronomiche locali. 

Festa dell’Uva

Questa festa si svolge ogni settembre, in occasione della vendemmia. Viene svolta al parco delle fiabe: oltre alle degustazioni, vengono organizzate attività per i più piccoli. I bambini infatti vengono coinvolti nella “pigiatura” dell’uva, un’attività che li intrattiene e li diverte con entusiasmo. 

I presepi dei Bersani

Un appuntamento fisso ogni anno nel periodo che va dall’8 dicembre al 6 gennaio. Vengono allestiti in località Bersani, la già citata frazione dalle case dipinte. Tutto il piccolo borgo viene addobbato con presepi a grandezza naturale, creando un’accogliente atmosfera natalizia.

Come arrivare a Gropparello

Gropparello dista solamente 28km da Piacenza. Il mezzo più comodo per raggiungere il paese è l’auto, ma è possibile arrivare anche in bus e treno.

Ecco alcuni consigli per raggiungerlo:

Auto

Per chi arriva in autostrada da Brescia, Bologna o La Spezia si consiglia l’uscita di Fiorenzuola. Da qui si potranno seguire le indicazioni verso Fiorenzuola, per poi prendere direzione Carpaneto Piacentino. Dopo qualche chilometro incontrerete le indicazioni per Gropparello.
Se invece provenite da Milano o Genova, consigliamo di uscire al casello di Piacenza Sud, per procedere poi lungo la tangenziale. Al termine della tangenziale proseguire lungo la strada SP6 che vi condurrà a Gropparello. 

Bus

Gropparello può essere raggiunta con gli autobus pubblici della società SetaWeb.
Dalla città di Piacenza vengono organizzate 3 corse giornaliere in partenza dalla stazione ferroviaria. Per consultare gli orari si rimanda al sito del gestore delle linee: https://www.setaweb.it/pc/news/2322

Treno

Gropparello non dispone di una stazione ferroviaria. È comunque possibile arrivare in treno fino a Piacenza, per proseguire poi con gli autobus di linea. I bus pubblici, infatti, partono esattamente dalla piazza della stazione.
Per Piacenza passano ogni giorno numerosi treni regionali ed Intercity. Per maggiori informazioni su orari e costi dei biglietti potete visitare il sito: www.trenitalia.it

Scarica la guida PDF Gratis!

Niente SPAM, promesso!
Scarica ora gratis