Val Tidone – Cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

Alla scoperta della Val Tidone

Val Tidone

 

Come tutte le altre Valli dei Colli Piacentini, la Val Tidone prende il nome dal torrente Tidone da cui è formata, mettendosi a confine tra le province di Pavia e Piacenza.

La Val Tidone inizia il suo percorso presso il Monte Penice per terminare poi nella zona più piana, dove il torrente Tidone confluisce nel fiume Po’.

Il lago più famoso della valle è il lago artificiale di Trebecco, in quanto creato dalla diga di Molato, costruita nel 1928 a scopo di irrigazione e creazione di energia elettrica.

Proprio in questo punto, nasce il sentiero del Tidone, una strada che costeggia il fiume per circa 70 km, offrendo la possibilità ad appassionati di Trekking, ciclisti e sportivi di essere percorso, mostrando tutta la bellezza incontaminata della Val Tidone, tra vigneti, boschi, borghi e castelli storici.

Ecco i comuni dei Colli Piacentini percorsi dalla Val Tidone:

  • Pecorara
  • Nibbiano
  • Caminata
  • Piozzano
  • Pianello Val tidone
  • Agazzano
  • Ziano Piacentino
  • Borgonovo Val Tidone
  • Castel San Giovanni
  • Sarmato
  • Rottofreno

Cosa vedere e cosa fare in Val Tidone

Durante i secoli diversi sono stati gli avvenimenti che hanno caratterizzato la Storia di questa valle, a raccontarcelo oggi sono i numerosi castelli, tra cui il Castello dal Verme di Zavattarello, la Rocca d’Olgisio, il Castello di Sarmato, il Castello di Borgonovo Val Tidone e la Rocca di Agazzano.

Ma i castelli non sono l’unica cosa che la Val Tidone ha da offrire, infatti possiamo anche percorrere la Strada dei Mulini, camminare lungo il sentiero del Tidone, scoprire il Lago di Trebecco e la Diga del Molato, riscoprire la storia del Museo archeologico della Val Tidone, ammirare il Giardino Alpino di Pietra Corva e visitare il presepe del Santuario di Strà.

Castello Dal Verme di Zavattarello

Castello Dal Verme di Zavattarello

Questo castello è una fortezza inespugnabile e prende il nome dalla famiglia che per secoli ha segnato la sua storia. Con mura che arrivano fino a 4 metri di spessore, tra leggende di fantasmi e altro, gode di una vista mozzafiato su tutta la valle.

Percorrere la Strada dei Mulini

un percorso che percorre parte della Val Tidone, mostrando tutta la storia dei mugnai di una volta. E’ infatti possibile trovare ancora oggi circa 50 mulini dell’anno 1000 con all’interno le attrezzature dell’epoca. Sicuramente molto particolare per rivivere la storia di questi luoghi.

Rocca d’Olgisio

A metà tra la Val Tidone e la Val Chiarone, questa roccaforte offre una vista completa sulla Pianura Padana e la valli minori circostanti.
All’interno possiamo trovare stanze e affreschi del ‘500. Lato interessante, sono le grotte presente all’esterno del castello, dove alloggiava una necropoli preistorica.

Percorrere il sentiero del Tidone

Sentieri che attraversa sia Emilia Romagna che Lombardia, offre quasi 70 chilometri da percorrere a piedi, in bici o persino a cavallo. Ammirare la bellezza di questi posti è qualcosa di spettacolare, si parte dalla confluenza del Po per arrivare alla sorgente del torrente Tidone, che come detto all’inizio, da il nome alla Valle.

Castello di Sarmato

Con la sua forma ad U, fu costruito a difesa degli attacchi Lombardi.
Ha tre entrate, due pedonali e una carrabile a ponte levatoio, all’interno è presente L’oratorio di San Carlo Borromeo.

Scoprire il Lago di Trebecco e la Diga del Molato

Avete mai visto una diga degli anni 20 ancora perfettamente intatta e funzionante?

La Diga del Molato, che forma il lago artificiale di Trebecco, si trova vicino al sentiero del Tidone citato poco più sopra. E’ immersa nel verde e dimostra come l’ingegneria fosse già avanzata all’epoca.

Lago di Trebecco

Castello di Borgonovo Val Tidone

Costruito poco dopo l’anno 1000, ebbe lo scopo di difesa del territorio. fu attaccato più volte e rimesso in sesto altrettante, per essere poi trasformato nei suoi ultimi anni di “servizio” come dimora signorile. E’ a base quadrangolare con due torri, al centro vi è un bellissimo giardino.

Riscoprire la storia del Museo archeologico della Val Tidone

Grazie all’accesso gratuito, è possibile scoprire le origini di questa valle, dal periodo Preistorico a quello romano, fino al Medioevo.

Ammirare il Giardino Alpino di Pietra Corva

Siete amanti della natura? Volete rilassarvi? In questo giardino a quasi 1000 metri di altezza è possibile scoprire piante particolare provenienti da tutto il mondo.

Visitare il presepe del Santuario di Strà

Uno dei presepi animati più belli viene esposto ogni anno nel periodo di Natale, da più di 30 anni. Se siete fedeli alle tradizioni, non potete perdervi questo presepe davvero originale.

Cosa mangiare in Val Tidone

Primi

Tra i primi troviamo il risotto ai funghi porcini, gli gnocchi di patate e le tagliatelle alla boscaiola.

risotto ai funghi porcini

Secondi

Nei secondi troviamo invece lo Stracotto di selvaggina con polenta, il brasato di cinghiale e le lumache in umido.

selvaggina con Polenta

Dolci

Ovviamente da non perdere assolutamente abbiamo la crostata d’uva, la torta di mandorle, i buslanei e il mosto cotto.

torta di mandorle