Val Trebbia – Scopri cosa vedere e cosa fare

Perché la Valle del Trebbia è da visitare

val trebbia landscape

La Val Trebbia, una delle valli dei Colli Piacentini prende nome appunto dal fiume Trebbia da cui viene formata. Il fiume nasce in prossimità di Genova, ha una lunghezza di 118 km e termina sfociando nel po, in zona San Nicolò a Trebbia.

Ernest Hemingway, rimasto bloccato al termine della seconda guerra mondiale a causa del crollo di un ponte abbattuto dai partigiani nella Val Trebbia, scrisse “oggi sono rimasto bloccato nella valle più bella del mondo”.

La Val Trebbia comprende 14 comuni:

  • Rottofreno
  • Bobbio
  • Ottone
  • Zerba
  • Cerignale
  • Marsaglia
  • Coli
  • Travo
  • Agazzano
  • Rivergaro
  • Gazzola
  • Gossolengo
  • Gragnano
  • Trebbiense
  • Calendasco

A causa dei due strati di calcare presenti sul letto del fiume, fa sì che il Trebbia debba scavarsi complessi passaggi, andando a creare zone molto profonde.

fiume trebbia

Anche per questo motivo, il Trebbia in estate si trasforma in meta per bagnanti e turisti, mentre durante il resto dell’anno viene sfruttato il maggior quantitativo d’acqua da appassionati di Rafting, Canoa e Pesca.

acqua limpida del fiume trebbia

Il fiume Trebbia ospita principalmente Trote e forma un habitat perfetto per Ghiri, Cinghiali, Aquile e Poiane.

 


Cosa vedere in Val Trebbia

borgo di bobbio

Se ti stai chiedendo cosa bisogna assolutamente visitare, parto subito dicendoti che il Castello di Montechiaro è uno dei più singolari castelli del Piacentino, proprio per la sua struttura completamente diversa rispetto agli altri della zona.

Passando invece a Bobbio, posso dirti che è il borgo principale della Val Trebbia, seguito dall’imperdibile Borgo di Travo. Proseguiamo poi con la Val Boreca, piccola valle all’interno della Val Trebbia formata dal piccolo torrente tributario del Trebbia stesso Bureca. Ultimo borgo tra i principali è il Borgo di Brugnello, particolare perché possiede la vista più bella tra tutti i precedenti.

Parlando di castelli da vedere, partiamo subito con il castello di Rivalta, seguito dal castello di Malaspina (a Bobbio), dal castello di Statto ed infine dal Castello di Travo.

castello di rivalta

E se passate da quest’ultimo, non potete perdervi il parco archeologico di Travo, villaggio del Neolitico con strutture originali ancora ben conservate.

 


Cosa fare in Val Trebbia

Prima cosa in assoluto che vi consiglio è passare per Rivergaro, meta abbastanza turistica dove troverete il relativo Parco Acquatico RiverPark.

Se invece siete più coraggiosi, sappiate che è possibile fare rafting nel fiume Trebbia grazie a rockanddrivers che mettono a disposizione canoe monoposto inaffondabili e autosvuotanti, pensate appunto per chi non ha dimestichezza o è semplicemente alle prime armi.

 

Se invece cercate qualcosa di più tranquillo e meno adrenalinico, sappiate che lescursione al Monte Antola da Casa del Romano può fare al caso vostro. È un percorso di circa 2 ore e 30 minuti che vi regalerà una vista sul Mar Ligure impagabile: è percorribile durante tutto l’anno e in caso di neve si trasforma in una ciaspolata.

monte antola da casa del romano

Insomma, come avete appena visto cose da fare in Val Trebbia ce ne sono, a voi la scelta!